Si addormenta sul materassino a Scilla e si ritrova vicino Messina: salvato

Si addormenta sul materassino a Scilla e si ritrova vicino Messina: salvato

Il ragazzo è stato ritrovato dopo molte ore in Sicilia, tanta paura ma per fortuna nessun danno per l'uomo che ha comunque passato ore davvero difficili nel bel mezzo dello Stretto di Messina. Un ragazzo di ventotto anni che aveva trascorso il pomeriggio a Scilla, aveva involontariamente fatto perdere le tracce di se dopo che si era appisolato su un materassino galleggiante in acqua. Il ragazzo ieri, all'ora del tramonto a Scilla, si era concesso una pennichella facendosi cullare dalle onde.

I soccorritori lo hanno cercato sia via mare che via terra con elicotteri per ore. Nel frattempo gli amici, non vedendolo tornare a riva, hanno lanciato l'allarme.

Sono state mobilitate tutte le forze dell'ordine specializzate: dai sommozzatori agli elicotteri che con potenti fasci di luce hanno letteralmente setacciato le acque dello Stretto. In considerazione della scarsa visibilita' dovuta al calare della notte, si disponeva l'intervento del velivolo del 5° reparto volo della polizia di stato di Reggio Calabria, che prontamente decollava per raggiungere la zona oggetto delle ricerche. Dopo le ore 1.20 di questa notte la buona notizia: il giovane è stato trovato vivo nei pressi di Messina. Affidato alle cure del 118 nelle ore successive ha potuto fare rientro a casa.