Russia: esplosione in base sottomarini atomici, 2 morti

A Severodvinsk, infatti, vengono costruiti e assemblati la maggior parte dei sommergibili della Marina, sia nucleari che convenzionali (nonché i missili e i siluri). La causa dell'incendio è stata l'esplosione di un motore a propulsione liquida nel corso di un test.

"Temporaneo aumento del livello di radiazioni" - In seguito all'esplosione è stato registrato un temporaneo aumento del livello di radiazione a Severodinvsk, presso la base militare, rispetto alla base naturale: è quanto ha riferito alla Tass la portavoce delle autorità cittadine, Kseniya Yudina. Un dato che cozza con quello diffuso a caldo dalla Tass, che parlava di "almeno 10 feriti".

AGGIORNAMENTO - Il bilancio delle vittime nell'incidente è di due morti e sei feriti. Informazione subito smentita dal ministero della Difesa che, in un comunicato, ha negato ogni "rilascio nell'atmosfera" e ha definito i livelli di radioattività come "normali". Però non è l'unica discrepanza.

Stando a una fonte dei servizi di emergenza citata dalla Tass "una persona è morta nell'incidente, originato a bordo di una nave".

Il Rospotrebnadzor, l'autorità per i consumatori, ha dunque rincarato la dose. Al contrario, il ministero della Difesa ha affermato che i livelli sono rimasti normali dopo l'emergenza e che non vi sono fughe pericolose nell'atmosfera. Oltre al recente caso di Achinsk, infatti, è ancora viva nella memoria l'incendio sul sottomarino "ad alta profondità" d'inizio luglio e costato la vita a 14 marinai. "No, non esiste nulla del genere, non abbiamo tali informazioni", ha detto quando gli è stato chiesto se ci fossero piani per l'evacuazione dei civili.Un'eliambulanza è stata inviata sul luogo dell'incidente. Che rappresentano uno dei nodi chiave del programma di armamento avanzato voluto da Putin per competere con gli Usa.