Perché con il governo giallorosso lo spread è in discesa

Perché con il governo giallorosso lo spread è in discesa

Il tasso sul Btp decennale italiano crolla a un nuovo record storico, sotto l'1%. La prospettiva concreta di un nuovo Governo sostenuto da M5S e Pd spinge così gli acquisti di BTp, con la conseguente flessione dello spread BTp-Bund e il crollo del rendimento del BTp decennale su un nuovo minimo storico. Un miglioramento sensibile se pensiamo che qualche mese fa il differenziale tra Btp e Bund si attestava poco sotto i 300 punti base. Il rapporto di copertura è stato di 1,32 (da 1,30 precedente).

O meglio, la possibilità di un Governo giallorosso ha fatto sì che la discesa dei rendimenti fosse più rapida rispetto a quella di altri Paesi, ma solo a fronte di una riduzione delle paure del voto immediato, le quali avevano fatto schizzare il rendimento dei decennali dall'1,530% all'1,803% in una sola seduta. In questo caso la richiesta è stata pari a 2,87 miliardi, il rapporto di copertura di 1,28. Il rendimento lordo di assegnazione è stato dello 0,77%, con una variazione di 30 punti base in meno dell'ultima asta.

Sul Forex lieve calo dell'euro che passa di mano 1,1058 dollari (1,108 all'avvio, 1,107 ieri) e vale 117,757 yen (117,52 in apertura e 117,32 ieri), mentre il dollaro-yen è pari a 106,481.