Ora sei libera e serena nell'Amore più grande

Ora sei libera e serena nell'Amore più grande

"Abbiamo un debito di riconoscenza nei confronti di questa ragazza con la quale abbiamo condiviso tante gioie e dolori: Nadia, sei stata capace di mettere l'Italia sottosopra, capace di unire il Nord e il Sud, la Terra dei fuochi con Brescia". Ma non perché andavi in tv. È entrata nel cuore di tutti perché è stata autentica, cocciuta perseverante, tosta. "Come Gesù è stata amata e odiata". Il sacerdote è conosciuto per il suo impegno nella Terra dei fuochi. E sul cancro: "Nadia non si è vergognata della sua malattia, qualcuno non lo ha compreso".

"Noi, nella Terra dei Fuochi, la chiamiamo "la malattia". Lei ha detto: "La preghiera e' un abbraccio". Non dimentichiamolo, abbiamo il dovere di dirlo a tutto il mondo. Ad esprimerlo per primi quelli di "Avanti tutta Onlus", l'associazione fondata da Leonardo Cenci, anche lui morto di cancro dopo essere diventato il testimonial della lotta. Un lungo applauso ha accolto il feretro, giunto di fronte al Duomo di Brescia.

Nelle scorse settimane era circolata la notizia di una presunta morte della Toffa, insinuata dai suo detrattori in rete dai commenti cinici. A scrivere però questa volta non è più lei, ma chi l'ha amata e sostenuta fino all'ultimo: la sua famiglia. Con i 700 mila euro raccolti è stato possibile l'apertura di un reparto oncologico pediatrico: "Senza di lei non sarebbe stato possibile".

Il sacerdote ha concluso dicendo: "Quel che è veramente cambiato, è che oggi Nadia non c'è più lasciandoci sgomenti, mentre la Terra dei Fuochi brucia ancora, brucia sempre, brucia di più". "Non faceva tutto questo per mettersi in mostra". In questi due anni scarsi i fan della conduttrice non le hanno mai fatto mancare il supporto e fino a pochi giorni fa speravano che il silenzio sui social non avesse un significato nefasto, esorcizzando addirittura la paura con messaggi carichi di speranza. Aveva un odio incredibile per le ingiustizie. "Ha raccolto l'odio della gente in un'efficace azione giornalistica" ha aggiunto. " ha proseguito il parroco".

Toccante il messaggio degli autori delle Iene. "Ha saputo fare del suo lavoro una missione".