Open Arms, Trenta: "Non firmo per umanità". Salvini: "Aiuta ong e trafficanti"

Open Arms, Trenta:

"Non dobbiamo mai dimenticare che dietro le polemiche di questi giorni ci sono bambini e ragazzi che hanno sofferto violenze e abusi di ogni tipo". "La politica non può mai perdere l'umanità, per questo non ho firmato".

Intanto, due navi della Marina Militare stanno scortando a distanza verso le acque territoriali italiane la Open Arms, che attualmente naviga a tre nodi in direzione di Lampedusa. Lo ha ribadito, su Twitter, il ministro dell'Interno Matteo Salvini sottolineando che "se qualcuno la pensa diversamente se ne assuma la responsabilità". La situazione a bordo è molto complicata, dopo 14 giorni di navigazione: alcuni medici dell'Ordine di Malta fatti salire a bordo hanno raccontato a Repubblica che a bordo sono finiti gli antibiotici, "e molti migranti che presentano ferite da armi da fuoco malcurate presentano evidenti infezioni". Contro i ministri Trenta e Toninelli che si sono rifiutati di firmare il nuovo provvedimento. Avevo firmato anche stavolta, per ribadire che chi non rispetta il diritto del mare non puo' sbarcare in Italia. Poi attacca: "Sul divieto di sbarco alla #OpenArms siamo soli contro tutti. Per me umanità significa investire seriamente in Africa e non certo aprire i porti italiani" dice il ministro commentando le parole della collega alla Difesa Elisabetta Trenta.

"Nel leggere la notizia che il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, si rifiuta di firmare il divieto di sbarco in Italia della nave Open Arms provo sconcerto e preoccupazione", ha scritto sui social il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana, che ha aggiunto "Con il pretesto della solidarietà non si fa altro che trasformare le nostre coste in un grande campo profughi a favore di mafia e trafficanti di esseri umani". "Che è dovere di ogni cittadino, e a maggior ragione di ogni ministro, difendere" scrive in un Tweet il ministro dell'Interno Matteo Salvini a proposito della vicenda della Open Arms. La mia risposta è no, no, no. Ne sono arrivati già a sufficienza di clandestini negli anni passati. Ma caro giudice chi te lo paga lo stipendio? "Salvini che cerca solo il consenso facile, noi agiamo con senso di Stato concretezza", a dirlo è il ministro delle infrastrutture Toninelli in un post su Fb.

In giornata, il fondatore della Open Arms, Oscar Camps, ha incontrato l'ambasciatore tedesco in Spagna, al quale ha chiesto che "avvia una mediazione" per creare "un asse rafforzato" di tre Paesi per l'accoglienza dei migranti: Germania, Francia e Spagna.

Mercoledì sera Salvini ha anticipato di voler fare ricorso al Consiglio di Stato (il massimo tribunale amministrativo italiano) contro la decisione del TAR, senza spiegare con che fondamento potrebbe farlo.