Ocse, cresce reddito famiglie, Italia ultima tra le grandi

Ocse, cresce reddito famiglie, Italia ultima tra le grandi

Secondo i dati Ocse, in Germania l'aumento dei redditi nei primi tre mesi dell'anno è stato dello 0,6%, in rallentamento dal +0,7% del trimestre precedente, meglio ha fatto la Francia (+0,8%), ma pur sempre in frenata dal precedente +1,1%.

L'Ocse, commentando le statistiche fornite, ha spiegato che la crescita del reddito reale delle famiglie dà una panoramica migliore dei mutamenti nel benessere economico in atto rispetto ai dati pro-capite inerenti al Pil reale. In base all'ultimo rapporto dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, il nostro Paese rimane comunque fanalino di coda. Il dato è segnalato in aumento anche in Italia, la crescita nel nostro paese è stata dello 0,5% a fronte del +0,6% dell'area Ocse e +0,7% dell'Eurozona.

Non solo l'Italia sotto la media, a passarsela peggio di noi c'è il Regno Unito, che fa segnare una crescita pari al +0,3%, che però vanta un dato migliore nel cumulato degli ultimi 8 trimestri.

Per quanto riguarda invece il medio periodo (ultimi otto trimestri), dalle tabelle dell'OCSE si può notare come in generale nell'area si sia registrata una crescita cumulata del 4,1% e un +3,4% nell'Eurozona.

In Germania l'aumento è stato dello 0,6%, in Francia dello 0,8%, negli Stati Uniti e in Canada di ben lo 0,9%.

Osservando l'andamento del reddito delle famiglie nei trimestri dal 2017 ad oggi, l'Italia ha registrato un aumento del 2% contro il +4,1% della media Ocse, +4,7% dei Paesi del G7 e +3,4% dell'Eurozona.

Il +0,6% messo a segno nell'area Ocse nel primo trimestre del 2019 rappresenta un'accelerazione rispetto al rialzo dello 0,3% del quarto trimestre del 2018, superando la crescita del Pil reale pro capite per il secondo trimestre consecutivo.