Mi auguro che non esista l'ipotesi di un doppio forno...

Mi auguro che non esista l'ipotesi di un doppio forno...

In attesa delle nuove consultazioni al Quirinale procede tra alti e bassi la trattativa tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle per la costruzione di una nuova maggioranza.

Il suo sforzo ha agevolato anche le imprese, che hanno goduto della riduzione degli oneri fiscali. Tra i principali nodi da sciogliere quello della scelta del nuovo presidente del consiglio: secondo le voci informali raccolte in queste ore si dovrebbe trattare di una figura neutrale rispetto ai due partiti.

Nato a Roma nel 1957, Enrico Giovannini è un noto e apprezzato economista oltre che professore universitario. Non rappresenta un nome nuovo per la politica, considerato che ha svolto la mansione di Ministro del Lavoro, proprio all'interno del governo presieduto da Enrico Letta tra il 2013 ed il 2014.

Clicca sotto sull'argomento che ti interessa. Del resto, da ministro del governo Letta, è stato lo stesso Giovannini a introdurre, per la prima volta in Italia, uno strumento universale di contrasto alla povertà, il Sia, che può considerarsi un sorta di precursore dell'attuale reddito di cittadinanza targato M5S, poi divenuto Rei, e infine, come detto, trasformato, dal governo Conte, in Rdc. Lo scopo è quello di promuovere lo sviluppo sostenibile. "Se si fa il governo - ha scritto in un post il direttore del Tg di La 7 - e davvero lo guida Enrico Giovannini, Matteo Renzi potrà coronare il suo sogno: tornare a recitare il suo cavallo di battaglia".