Lady Gaga accusata di plagio da un cantautore statunitense "Shallow è copiata"

Lady Gaga accusata di plagio da un cantautore statunitense

In attesa della perizia che dimostrerà se effettivamente Shallow possa essere ritenuta un plagio o meno, l'avvocato ha fatto notare come la successione di note presa di mira dall'accusatore sia presente già in tantissime canzoni del passato, tra cui capolavori come Dust in the Wind dei Kansas. "Il team di Lady Gaga deve ancora fornire al mio ufficio un rapporto musicologo contrario, che abbiamo richiesto più volte".

Fulmine a ciel sereno nella carriera di Lady Gaga: Steve Ronsen, un cantante e musicista, l'ha infatti accusata di aver plagiato la sua canzone che, secondo la sua opinione riportata da Gossip e Tv, avrebbe la sua stessa linea melodica con la differenza che lui avrebbe pubblicato il pezzo sei anni prima e di averlo postato su SoundCloud.

Nella serata di oggi martedì 13 agosto, alle ore 21:30, presso la Corte degli Agostiniani, verrà proiettato il film A star is born (135', USA 2018) di Bradley Cooper che ha ottenuto ben 8 candidature agli Oscar, in occasione della rassegna Cinema sotto le stelle che si terrà fino al 25 agosto. Attraverso il suo legale, la Steve Rosen pare che abbia chiesto alla pop star internazionale un risarcimento di milioni di dollari ed avrebbe minacciato anche di portarla in tribunale. Il legale di Lady Gaga ha dichiarato che "Mr. Ronsen e il suo avvocato stanno cercando di guadagnare facilmente da un'artista di successo come la mia cliente". È vergognoso e sbagliato. Applaudo Lady Gaga per il suo coraggio e la sua integrità nell'affrontare affermazioni di questo tipo.

"Nel tentativo di risolvere amichevolmente la questione mesi fa, il mio ufficio ha fornito al team legale di Lady Gaga, su loro richiesta, un rapporto ufficiale di un musicologo e professore rinomato e rispettato che ha stabilito che ci sono somiglianze significative di tempo, melodiche, ritmiche e armoniche tra i due "attacchi" delle canzoni in questione".