Jova Beach Party, aperto un fascicolo da parte della Procura di Vasto

Jova Beach Party, aperto un fascicolo da parte della Procura di Vasto

A quanto apprende l'Adnkronos lo staff del cantante sta valutando una location alternativa a Vasto, dove il concerto è stato vietato e la Procura ha aperto un fascicolo sulla vicenda, per ora intestato ad "atti relativi". Pare che il Prefetto di Chieti, Giacomo Barbato, protagonista nei giorni scorsi proprio per i problemi del concerto, oggi sia stato circa un'ora e mezza in Procura.

"Non siamo hooligan che dove vanno distruggono tutto". Lo rende noto l'amministrazione comunale di Pescara.

"Abbiamo lavorato con entusiasmo e impegno affinché la tanto attesa manifestazione potesse svolgersi nella nostra città, ma preso atto delle difficoltà, che in un sopralluogo di ieri, gli organizzatori hanno riscontrato e reputate insormontabili, facciamo presente che Pescara resta disponibile", dichiarano il sindaco Carlo Masci e l'assessore Cremonese. "Lasciamo i luoghi più puliti di come li troviamo". "Noi metteremmo a disposizione tutte le nostre potenzialità, per poter organizzare insieme una appropriata gestione del territorio". A comunicarlo è la Trident Music che dice che i biglietti potranno essere usati per questa eventuale tappa (sulla quale l'ufficializzazione arriverà entro il 22 agosto) o per Milano Linate per l'evento conclusivo del 21 settembre.