Groenlandia, il ghiaccio si scioglie a velocità record

Groenlandia, il ghiaccio si scioglie a velocità record

Il caldo straordinario è stato accompagnato da un drammatico scioglimento dei ghiacci in Groenlandia, nell'Artico e sui ghiacciai europei.

I dati sono stati confermati anche dalla Summit Station, la stazione di ricerca che si trova a circa 3mila metri di altitudine, il punto più alto della Groenlandia, nella parte centrale della calotta. Probabilmente a causa del cambiamento climatico, dicono gli scienziati, fa più caldo e più a lungo mentre in inverno nevica poco, così si deposita meno neve per proteggere il permafrost.

Lo scioglimento, scrive l'Earth Observatory della Nasa, è stato provocato da una bolla d'aria calda che si è spostata sulla Groenlandia dopo aver consegnato temperature insolitamente calde in Europa.

Il cambiamento climatico è nel vivo in questo momento storico: le temperature roventi stanno infatti velocizzando lo scioglimento dei ghiacci a ritmi di miliardi di tonnellate al giorno. Un dato che si avvia ad essere peggiore rispetto a quello registrato nel 2012, quando si sciolsero 290 miliardi di tonnellate. Questo scenario apocalittico è irrealistico, ma non lo è quello di uno studio riportato dalla rivista scientifica Nature: lo scioglimento dei ghiacciai potrebbe fare alzare i mari di 41 centimetri entro il 2100.

In media, la calotta di ghiaccio della Groenlandia produce circa 270 gigatons di scarico negli oceani ogni anno, Tedesco, ha detto. Incendi senza precedenti hanno imperversato nell'Artico per il secondo mese consecutivo, devastando foreste incontaminate che assorbivano l'anidride carbonica e trasformandole in fonti di gas serra.

Sean Gallup/ Un iceberg galleggianti in Disko Bay dietro le case durante insolitamente caldo, 30 luglio, 2019, in Ilulissat, Groenlandia. "Sta accadendo ora e peggiorerà in futuro senza un'azione urgente sul clima", ha affermato Taalas.