Giulia De Lellis sul suo primo libro: "Potrebbe aiutare qualcuno"

Giulia De Lellis sul suo primo libro:

Un popolo di poeti, di artisti, di eroi, di santi, di pensatori, di scienziati, di navigatori, di trasmigratori: e anche per quest'anno il nostro Paese ha dato un contributo alla letteratura nazionale con la nuova fatica di Giulia De Lellis, il suo primo libro intitolato Le corna stanno bene su tutto. Poi quando si sono confrontate ha capito che quando Giulia De Lellis fa quest'affermazione è più sincera di quanto si possa pensare. Stella, senza troppi giri di parole, ha candidamente ammesso di essere stata sommersa di messaggi scritti dai suoi più accaniti lettori e che gli stessi non hanno apprezzato molto la collaborazione.

La De Lellis ha promesso che avrebbe dato qualche indizio sul contenuto del libro finché non uscirà nelle librerie. "Ho scritto una storia che di base mi ha riguardata da vicino", ha detto l'influencer in una Story pubblicata sul suo profilo Instagram. Sì perché l'accostamento di una firma come la sua, in rosa sì ma spesso pungente, fortemente femminile e femminista (nel senso più evoluto del termine) e a tratti provocatorio sulle tematiche di genere, ha generato una piccola insurrezione nel suo stuolo di seguaci. Da un lato, relazionarmi con Giulia è stato umanamente formativo: mi ha portata fuori dalla mia comfort zone, mi ha insegnato a instaurare una comunicazione aperta con una donna totalmente diversa da me, a superare i pregiudizi, a dialogare anche con chi non ha praticamente mai letto un libro (neppure il mio, che le ho regalato, e quando mi ha detto "Lo leggo", le ho risposto "Non ci credo, manco se m'ammazzi"). Il suo nuovo libro "Le corna stanno bene su tutto-Ma io stavo meglio senza" non è stato scritto da lei.

"Ho scritto un libro, ragazzi!" Sono sempre stata dell'idea che i panni sporchi si lavano in casa. Sorprendentemente, ho scoperto che Giulia è simpatica, autoironica, alla mano, schietta, coraggiosa e pure, francamente, tenera. Mi convocano in agenzia e mi chiedono se voglio scrivere un libro. "Cercava qualcuno che l'aiutasse a raccontare una storia, e raccontare storie è il mio mestiere".

La Pulpo ha proseguito: "Giulia ha 10 anni meno di me, appartiene a un mondo profondamente distante dal mio e parla a donne molto più giovani di quelle a cui generalmente arrivo io". Tornano dopo qualche mese, allora io vado da una persona per me molto importante che mi fa un discorso. Ha avuto modo di rapportarsi con lei e di riuscire a trovare un punto di incontro tra due mondi opposti, il suo e quello della web influencer.