È già l'Inter di Antonio Conte Debutto con gol per Lukaku

È già l'Inter di Antonio Conte Debutto con gol per Lukaku

L'ultimo stadio a fare il debutto nel nuovo campionato è lo storico Giuseppe Meazza di San Siro, sarà una delle sue ultime stagioni visto il progetto in comune tra le due squadre di Milano per la creazione di un nuovo impianto in condivisione: 64.188 sono gli spettatori presenti per Inter Lecce.

Se in fase di possesso l'Inter ha sfruttato bene l'ampiezza, soprattutto con i cambi di campo di un ritrovatissimo Candreva, in fase di non possesso ha la tendenza a schiacciarsi un po' troppo in mezzo, lasciando gli esterni meno coperti in ampiezza: concessione che si può fare, soprattutto se hai la difesa titolare molto forte, come nel caso dei nerazzurri. Lukaku, tanto atteso, si vede davvero poco, ma avrà modo di rifarsi nel secondo tempo. Sempre gli Hammers, loro malgrado, hanno tenuto a battesimo il primo gol del belga con il Manchester United, segnato in un 4-0 dell'agosto 2017 subito dopo la rete siglata in Supercoppa contro il Real Madrid. Non possiamo permetterci di contare su giocate singole. "Dobbiamo pensare che non dobbiamo essere scintilla ma dinamite ma c'è bisogno di lavoro e crescere, abbiamo bisogno di crescere". Dobbiamo migliorare, sul 2-0 ci siamo fatti trasportare dalla gara. Barella? Ha dinamismo, inserimenti, grande qualità. Il Lecce esce da San Siro con quattro gol sul groppone: il segnale che questa è tutta un'altra categoria.

Allineato con la società sul fronte Icardi, ma non su quello del mercato. E lo faccio durante l'allenamento e durante la partita. "Anche di Vecino e Gagliardini".

ESULTANZA NATURALE - "Se mi sento a casa?" Avevamo provato determinate situazioni tattiche, ma il passo di Asamoah e Candreva è stato differente rispetto a Rispoli e Calderoni. Siamo in fase di rodaggio anche noi, con diversi giocatori nuovi. Il risultato finale? Un rotondo 4-0: con gol di Brozovic, Sensi e Candreva.