Food delivery in fermento, fusione fra Just Eat e Takeaway

Food delivery in fermento, fusione fra Just Eat e Takeaway

L'esplosione del cibo take away ha portato anche alla diffusione della figura dei cosiddetti "rider", ossia i fattorini digitali che in bici o in motorino si occupano delle consegne.

Un annuncio che è piaciuto ai mercati: al momento della scrittura le azioni di Just Eat volano oltre il 24% scambiate 790,80 pence. "La caratteristica chiave della combinazione di Just Eat e Takeaway.com è la limitata sovrapposizione geografica tra le aziende", ha detto l'analista Russell Pointon di Edison Investment Research.

Takeaway.com ha offerto 5 miliardi di sterline - circa 5 miliardi e mezzo di euro - per acquisire Just Eat.

La possibilità di farsi arrivare le pietanze pronte a casa facilita in questo modo l'organizzazione di momenti di convivialità anche quando non si avrebbe il tempo per mettersi ai fornelli.

Sul fronte della governance, a presiedere il Consiglio di sorveglianza della nuova società sarebbe l'attuale presidente di Just Eat, Mike Evans.

L'entità risultante dalla fusione avrà sede centrale e sarà domiciliata legalmente ad Amsterdam, con una quotazione premium alla borsa di Londra.

Quella di Takeaway.com è una mossa che rientra nei piani di espansione del gruppo, che già a dicembre aveva deciso di rilevare la tedesca Hero.

La firma dell'accordo definitivo è atteso nei prossimi giorni e comunque la società olandese deve presentare l'offerta finale entro le 16.00 del prossimo 24 agosto, come previsto dalla normativa britannica in tema di acquisizioni.

A spingere tra una combinazione tra le due società, sarebbe stato Cat Rock Capital, fondo americano che detiene una quota in entrambe le società.