Duplice omicidio per un parcheggio, fermato presunto omicida

Duplice omicidio per un parcheggio, fermato presunto omicida

Le indagini sono condotte dai carabinieri. Due le vittime e tanta paura tra la gente per una sparatoria ed una successiva rissa.

Una lite per un parcheggio, banale, finisce in duplice omicidio. Sul posto sono intervenuti i militari dell'Arma, che immediatamente si sono messi sulle tracce dell'assassino.

Il sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Patti, Andrea Apollonio, ha per ora disposto il fermo dell'uomo.

Due i morti e un ferito nella sparatoria avvenuta nel piccolo centro dei Nebrodi, intorno alle 21. Il fermato, che si trova in camera di sicurezza, sta per essere trasferito nel carcere di Gazzi a Messina.

Le vittime sono Antonino Contiguglia, 60 anni, e Fabrizio Contiguglia, 30 anni, zio e nipote.

Antonino Contiguglia aveva pesanti precedenti.

È un uomo residente a Paternò l'autore del duplice omicidio avvenuto ieri a Ucria nel messinese, pare per un parcheggio. Ad arrestarlo sono stati i Carabinieri della Compagnia di Patti. Sul luogo i Carabinieri del Comando di Patti, che dopo una contrattazione di diverse ore per evitare inutile spargimento di altro sangue, hanno convinto l'uomo ad arrendersi mentre sul luogo giungeva il Pm incaricato. Quest'ultimo, per la gravità delle ferite, è stato ricoverato presso un ospedale del capoluogo peloritano.