Crisi Governo, Emanuele Filiberto si fa avanti: "Lo faccio alla Salvini..."

Crisi Governo, Emanuele Filiberto si fa avanti:

E così continua la polemica di Emanuele Filiberto contro Salvini, al quale sul suo profilo Facebook ha indirizzato una chiara frecciatina.

"Lo faccio alla Salvini..." "Sto ricevendo milioni di messaggi di italiani stufi di questa Repubblica delle banane e del comportamento ridicolo dei suoi politici", ha scritto commentando il post pubblicato dal ministro dell'Interno nelle ore precedenti, per poi chiedere ai cittadini italiani la loro opinione riguardo a un suo possibile ritorno.

A volte ritornano. Dopo Flavio Briatore che ha lanciato l'idea (e non solo) di un suo movimento politico che darebbe appoggio a un Esecutivo targato Lega, ecco che dalle pagine social arriva anche una 'candidatura' - con accenni ironici - da parte di Emanuele Filiberto. Commentatori che, al grido di "Viva Casa Savoia!", auspicano inoltre un futuro ritorno della monarchia.

Così, riassumendo i messaggi degli italiani nostalgici diretti al principe esiliato. "Cuore mio! Ed io sono pronto a servirti". Mi spiace solo che si dovrà confrontare con certi personaggi", "Altezza, sul gruppo dedicato a Suo Padre, che umilmente mi onoro di amministrare, ci sono decine di inviti e di sostegni per una Sua discesa in campo.

Mentre l'altro ramo della casata è da tempo presente nelle liste elettorali.

Non si è mai tenuto distante dalla politica il principe Savoia.

Provocazione o meno il principe si è mostrato molto attento alle questioni Italiane. Lo scorso anno Emanuele Filiberto si era attivato in prima persona per dare un aiuto economico devolvendo i fondi degli Ordini dinastici e della casa Savoia per la creazione di un poliambulatorio nel quartiere più colpito dal crollo del viadotto. Sono in corso le indagini della Prefettura di Parigi e della brigata di repressione del crimine organizzato che hanno effettuato il rilievo delle impronte digitali e hanno visualizzato le immagini di videosorveglianza dei dintorni ma non sarà comunque facile individuare i responsabili.

Questi alcuni dei tanti messaggi lasciati in bacheca.