Bimba investita, è gravissima, autista positivo alla cocaina

Bimba investita, è gravissima, autista positivo alla cocaina

All'ospedale Santobono di Napoli è ricoverata, in gravissime condizioni, una bambina ucraina di otto anni, dopo essere stata investita da un'auto pirata a Mondragone, in provincia di Caserta, dove la piccola era venuta in vacanza per una giornata con i genitori.

L'automobilista è scappato. Braccato dai carabinieri che hanno ritrovato la vettura, si è poi costituito: sottoposto ai test tossicologici, l'uomo è risultato positivo alla cocaina e la sua auto è risultata priva di assicurazione e revisione. L'investitore, D.N.L. nonostante il forte impatto ha proseguito la marcia, accelerando e dileguandosi per le vie cittadine. Quando è stata travolta, la bambina stava camminando con i genitori, turisti ucraini in Campania. Poco dopo, però, sono arrivati sul posto i parenti dell'uomo che hanno soccorso la bimba portandola nella clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Secondo i medici la bambina ha un forte trauma cranico e gravi lesioni al bacino e in questo momento non è in condizioni di essere operata. La piccola si trova nel frattempo all'ospedale Santobono di Napoli, dove versa in condizioni gravi ed è in pericolo di vita.

Tutto è partito da una segnalazione anonima ai carabinieri e al 118 che giunti sul posto (sulla spiaggia tra Mondragone e Cellole, in località Levagnole) hanno trasportato il piccolo di due anni e mezzo presso il nosocomio. La dinamica è stata ricostruita dai carabinieri grazie alle testimonianze dei genitori della bimba, entrambi sotto choc.

A seguito di accertamenti sanitari è risultato essere sotto l'effetto di cocaina.