Berlusconi vuole il voto subito, ecco i motivi

Berlusconi vuole il voto subito, ecco i motivi

Della delegazione di Forza Italia facevano parte anche il numero due di Forza Italia, Antonio Tajani, e i capigruppo di Senato e Camera, Anna maria Bernini e Maria Stella Gelmini.

Berlusconi: "Abbiamo manifestato al Capo dello Stato la nostra preoccupazione per questa crisi di governo, aperta in un momento delicato per la nostra nazione". "Qualora non si trovi una maggioranza di centrodestra in Parlamento la via maestra sono le elezioni anticipate", ha chiosato il leader di Forza Italia.

Proprio per questo, non è auspicabile un nuovo governo basato su contratti, nato "in laboratorio". Pericoloso un governo sbilanciato a sinistra. Inoltre, la Meloni definisce "oscena" la possibile alleanza tra Pd e M5S: "Non si può fare una maggioranza con persone che se si facessero le elezioni andrebbero a casa". Queste le dichiarazioni di Silvio Berlusconi al termine delle consultazioni, che poi ha aggiunto "C'è bisogno di esecutivo autorevole che scongiuri qualsiasi ipotesi avventurosa di uscita all'euro". Le contestiamo invece fortemente le continue punzecchiature a Forza Italia, ricordando che da soli si va veloci ma insieme si va lontano. "Occorre costituire in Parlamento - ha detto Berlusconi - una maggioranza di centrodestra che corrisponda al sentire degli italiani". Proponiamo il modello di centrodestra, che è la maggioranza naturale per gli italiani come hanno confermato tutte le tornate elettorali e dei sondaggi. Dando cioè il mandato di Presidente del consiglio ad un esponente del centro destra, coalizione che vinse le elezioni e che oggi ha un consenso conclamato e aumentato nel Paese. E infine l'appello ai giornalisti: "Attenzione a programmi contro l'editoria, non soltanto quella televisiva ma anche quella della carta stampata".