Autostrade, confermato lo sciopero il 4-5 agosto - Attualità

Autostrade, confermato lo sciopero il 4-5 agosto - Attualità

Nello specifico, ad incrociare le braccia saranno i casellanti che non rientrano nelle categorie di lavoratori soggetti alla 146, in quanto il loro non è ritenuto dalle società concessionarie "lavoro essenziale".

E' stato confermato lo sciopero dei dipendenti autostradali nel grande esodo estivo, ovvero domenica 4 e lunedì 5 agosto. Nel dettaglio le ore di sciopero di domenica 4 andranno dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22, alle quali si aggiungeranno quelle dalle 22 alle 2 di lunedì 5. Mentre lavoreranno regolarmente i lavoratori addetti alle sale operative, gli addetti agli impianti e gli addetti al "pronto intervento" del soccorso stradale, vale a dire "tutto il personale sottoposto alla legge sullo sciopero ed alla regolamentazione provvisoria del settore".

Per la prima volta - in epoca di gestioni private - i lavoratori delle autostrade e dei trafori sciopereranno ad agosto. Le ripercussioni maggiori sono previste ai caselli: la protesta prevede infatti la chiusura delle piste presidiate dai casellanti dove è possibile il pagamento in contanti e dirottamento degli automobilisti sulle piste di pagamento automatico con card e Telepass.

Non succederà quindi, come succedeva negli anni Settanta ai tempi dell'Iri, che con lo sciopero si passerà gratis e ci saranno meno code. Così le segreterie nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Sla-Cisal e Ugl Viabilità e Logistica, evidenziando che "la nostra risposta è dunque inevitabile, e sarà forte e determinata, esercitata attraverso lo sciopero già proclamato per il 4 e 5 agosto e con ulteriori iniziative che verranno comunicate in seguito". A questo si è aggiunto anche il rifiuto di fatto delle parti datoriali di impostare un confronto vero sulla questione del salario. Questa decisione è stata presa dai sindacati "dopo nove mesi di trattativa" sul rinnovo del contratto di lavoro, rotta, sempre secondo i sindacati, a causa della controparte datoriale, rappresentata da Acap-Fise e Federreti (che rappresenta le concessionarie del gruppo Atlantia).