UniCredit: Mustier, nel piano solo prepensionamenti, le scelte il 3 dicembre (RCO)

UniCredit: Mustier, nel piano solo prepensionamenti, le scelte il 3 dicembre (RCO)

Nel messaggio, consultato dall'agenzia Radiocor, Mustier aggiunge che si è nelle prime fasi di sviluppo del nuovo piano che sarà finalizzato a novembre e presentato il prossimo 3 dicembre.

Scettici i sindacati. "La lettera inviata dall'ad Mustier ai dipendenti di UniCredit non ci rassicura affatto sulle intenzioni del gruppo riguardo all'occupazione" ha commentato il segretario generale di First Cisl Riccardo Colombani sulle voci diffuse ieri di nuovi esuberi e sulle rassicurazioni fornite dalla banca. Nel nuovo piano, lavoreremo ancor di più sulla trasformazione di UniCredit.

Lettera ai dipendenti: gestione socialmente responsabile (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 23 lug - Nel nuovo piano industriale di UniCredit "ogni evoluzione del gruppo" scrive ai dipendenti l'amministratore delegato Jean Pierre Mustier, in un messaggio consultato da Radiocor, "sara' gestita attraverso il prepensionamento e, come sempre, in modo socialmente responsabile e in linea con le rappresentanze dei lavoratori del gruppo". Il segretario generale della Fisac-Cgil, Giuliano Calcagni, che lunedì aveva parlato di "Vietnam" per Mustier, martedì è entrato anche nel merito del piano: "Alleggerire la banca di titoli di Stato è una manovra già vista e che favorisce la speculazione sul debito pubblico del Paese; gli esuberi non sono solo un tema cui la Fisac-Cgil si opporrà con tutti i mezzi necessari ma è anche una questione che riguarda le forze politiche e il governo". Permettetemi di ringraziarvi ancora una volta e di congratularmi con tutti voi per tutti i risultati finora ottenuti. Infatti, Unicredit si starebbe occupando degli esuberi: 10mila sono i posti di lavoro a rischio taglio. Complimenti, un vero record. Unicredit Italia è oggi l'area di business più redditizia dopo l'Ungheria e produce, nel primo trimestre 2019, 395 milioni di utili netti su 1,3 miliardi del gruppo.

Sileoni ha attaccato: "I ricavi sono fermi, ma a te, pifferaio magico, i ricavi non interessano". Mustier è accusato di aver venduto i gioielli di famiglia e di preoccuparsi solo di "avere una banca forte patrimonialmente, pulita dalle sofferenze per creare le condizioni per una fusione in Europa in cui sia predatore e non preda".

E chiede: "Non vorrai mica lasciare l'Italia e trasferirti in Europa?". Perché, se così fosse, tutti i lavoratori bancari che hanno fatto la tua fortuna non la prenderebbero bene.