Tinto Brass grave in ospedale: il regista ricoverato in terapia intensiva

Tinto Brass grave in ospedale: il regista ricoverato in terapia intensiva

Paura per il regista Tinto Brass, 86 anni: è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale Sant'Andrea di Roma a causa di una febbre improvvisa.

Secondo quanto raccontato da Caterina Varzi, il regista si è sentito male nella villa di Isola Farnese dove vive da diversi anni: "Gli è salita la febbre e alla fine ho dovuto chiamare un'ambulanza perché stava male", ha raccontato al Corriere. La stessa Varzi ha fatto sapere che la "prognosi resta riservata".

Nato a Milano il 26 marzo 1933 dopo la laurea in giurisprudenza, Tinto Brass si è trasferito a Parigi dove ha lavorato presso la Cinématheque Française; il debutto dietro la camera da presa è come aiuto-regista di Alberto Cavalcanti e di Joris Ivens. "Ora i medici stanno facendo alcuni accertamenti, si tratta di un momento delicato e deve stare sotto osservazione", ha aggiunto. Varzi ha spiegato che il regista era al lavoro su un remake del suo "Paprika".

Gli ultimi anni non sono stati facili per Tinto Brass.

Tra i titoli più noti e che lo lanciano come maestro dell'erotismo all'italiana ci sono La chiave con Stefania Sandrelli e Senso '45 dal racconto di Camillo Boito con Anna Galiena.