Tifosi Algeria, 2.500 agenti a Parigi

Tifosi Algeria, 2.500 agenti a Parigi

La qualificazione dell'Algeria alle semifinali della Coppa d'Africa, giovedì notte ha portato a un dramma a Montpellier.

Una folla si è riunita a Parigi, presso gli Champs-Elysees, alcuni negozi sono stati saccheggiati. Nell'ottavo arrondissement la polizia è stata attaccata da un cane, deliberatamente lasciato libero da un tifoso algerino. La figlia, di 17 anni, ha riportato invece fratture agli arti inferiori. Il responsabile, che viaggiava ad alta velocità, è stato arrestato.

Violenze e saccheggi ieri sera in Francia dopo la vittoria dell'Algeria ai quarti di finale della Coppa d'Africa di calcio.

Specialmente in Francia, dove la comunità algerina è abbondante, tifosi biancoverdi sono scesi in strada per festeggiare ma la festa è presto diventata un'ottima occasione per dar vita a vere e proprie rivolte in diverse parti dello stato transalpino.

Allerta per il 14 luglio - Dopo le violenze e i danneggiamenti di questa notte, a margine dei caroselli, il ministro dell'Interno, Christophe Castaner, ha annunciato un dispositivo di 2.500 uomini per la notte del 14 luglio a Parigi. Il governo - avverte l'ex Front National in una nota - "deve impedire l'accesso di questi tifosi domenica 14 luglio e vietare, in nome dell'ordine pubblico, la bandiera algerina".