Tav: incendio e razzi contro polizia, 20 denunciati

Tav: incendio e razzi contro polizia, 20 denunciati

"Nessuna tolleranza per i criminali - aggiunge il ministro dell'Interno - mi aspetto condanne inequivocabili da tutti gli schieramenti politici". È tutta carta straccia, lo sono le ordinanze, le denunce, i fogli di via, le misure di prevenzione perché noi, e questa verità è incisa su ogni pietra della Val susa, non molleremo mai. Un bilancio repressivo che consente al ministro dell'interno Matteo Salvini di affondare un nuovo colpo contro il movimento contro l'Alta Velocità.

Gli attivisti identificati saranno denunciati per violazione dell'ordinanza della prefettura di Torino sul divieto di transito nella 'zona rossa' intorno al cantiere di Chiomonte. Dopo avere acceso il fuoco, dando alle fiamme legno e altro materiale infiammabile, i manifestanti hanno tentato di aprire la cancellata usando come ariete un grande tronco di legno. "Basta ambiguita': ora controlli a tappeto, arresti e accelerazione dei lavori".

L'intervento di Salvini non piace affatto al senatore del M5s Alberto Airola che al vicepremier chiede "invece di arrestare i manifestanti di arrestare i lavori".

Circa 200 attivisti, in questi giorni ospiti del "Campeggio Studentesco No Tav" di Venaus, si sono prima concentrati presso il campo sportivo di Giaglione, quindi attraverso il sentiero Gallo Romano hanno raggiunto la "cancellata metallica rinforzata" che blocca il sentiero per evitare che i manifestanti possano raggiungere il cantiere Tav. "Così si rischia solo l'incancrenimento della repressione, di quella rabbia che ci sta, visto le cose subite dai valligiani". La Digos sta svolgendo le indagini, servendosi anche delle immagini delle telecamere nascoste nella zona, per individuare gli attivisti che si sono resi autori del lancio di petardi e razzi contro le forze dell'ordine. Appello subito raccolto dal capogruppo alla Camera e segretario piemontese della Lega Riccardo Molinari che prende le le distanze dall'alleato: "Grazie ai "No" dei 5 stelle alle opere il Paese ha perso già abbastanza tempo".

Ancora scontri nei cantieri della TAV Torino - Lione. "Ora avanti tutta senza "se", senza "ma" e senza ulteriori ritardi per consentire agli italiani di viaggiare di più e meglio, spendendo e inquinando meno".