Padova, chirurgo donna aggredisce la guardia medica: schiaffi e minacce

Padova, chirurgo donna aggredisce la guardia medica: schiaffi e minacce

Ischia. Uno schiaffo alla dottoressa della guardia medica perché si era rifiutata di iniettare un antidolorifico a sua moglie e viene denunciato dai carabinieri per violenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e lesioni. A quel punto, il 46enne si è voltato avviandosi verso la porta ma, una volta sull'uscio, ha colpito il medico con uno schiaffo sul volto. L'uomo aveva chiesto al medico di iniettare un antidolorifico alla propria moglie presentandosi nella stanza già con una fiala in mano ma ricevendo il no della dottoressa con la motivazione che non rientrava nelle sue mansioni fare iniezioni e lo invitava a rivolgersi a degli infermieri o a recarsi al pronto soccorso. Il medico ha denunciato l'accaduto ai carabinieri, i quali hanno identificato l'aggressore grazie a dichiarazioni di testimoni e lo hanno denunciato per violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e interruzione di pubblico servizio. Secondo la Fimmg, Federazione italiana medici medicina generale, la dottoressa aggredita sarebbe stata "abbandonata" dall'Usl in quanto il contratto non prevede la tutela legale, mentre la Federazione vorrebbe che l'azienda sanitaria si costituisse parte civile qualora la dottoressa decidesse di sporgere denuncia. Tutelare il personale sanitario dalle aggressioni è indispensabile per garantire il funzionamento dei servizi sanitari.

Ischia | Una aggressione a un medico nel Napoletano e' finita con la denuncia del violento. "Mi auguro che l'immediata individuazione del responsabile di questo gesto vile possa essere di monito contro i violenti".