Operazione antidoping in Europa: 234 arresti e oltre 1000 indagati

Operazione antidoping in Europa: 234 arresti e oltre 1000 indagati

Un'operazione internazionale contro il doping coordinata dai Carabinieri del Nas in stretta collaborazione con Europol. Ora quel laboratorio rientra nei dati finali dell'operazione "Viribus".

Definita dagli inquirenti la più grande operazione condotta su tutto il territorio dell'Unione, 'Viribus' ha di fatto smantellato e scoperchiato un immenso giro d'affari di sostanze dopanti.

Tredici gli arresti in Italia, dove sono state sequestrate sostanze dopanti e farmaci contraffatti per un valore complessivo di un milione di euro.

Una macchina da soldi che si avvaleva di laboratori clandestini di trasformazione, smercio e preparazione per la vendita al dettaglio.

Nel percorso compiuti dagli agenti inquirenti sono stati controllati, in manifestazione sportive professionistiche e amatoriali circa 600 atleti, di questi 19 sono risultati positivi. Ha visto infatti la partecipazione delle forze di Interpol di Usa, Colombia, Svizzera e molti Paesi dell'Est Europa e dei Balcani. Le attività sono state supportate dall'Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) e dall'Ufficio Europeo Antifrode (OLAF).

E' stata anche smantellata un'organizzazione dedita al traffico internazionale di sostanze dopanti che operava tra Italia e Romania. Dopo gli accertamenti, la struttura è stata posta sotto sequestro. Complessivamente, a livello europeo, l'Operazione "Viribus" ha permesso di disarticolare 17 gruppi criminali dediti al traffico internazionale di sostanze dopanti, individuare e sequestrare 9 laboratori clandestini per la produzione di sostanze illecite e farmaci contraffatti, avviare in tutta Europa circa mille indagini a carico di altrettante persone coinvolte, arrestare 234 persone e sottoporre a sequestro oltre 3,8 milioni di sostanze dopanti.