Nuovo Patent Box: consultazione pubblica al via

Al via da oggi e fino al 24 luglio una consultazione pubblica per acquisire le osservazioni di operatori economici, ordini professionali ed esperti sullo schema di provvedimento dell'Agenzia delle Entrate che dà attuazione alle modifiche alla disciplina del Patent box contenute nel Decreto crescita.

Entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto Crescita, verrà firmato e pubblicato il provvedimento definitivo.

La novità principale sul Patent box consiste nella possibilità di esercitare l'opzione per la determinazione diretta del reddito agevolabile.

L'obiettivo è semplificare la procedura di accesso e fruizione del Patent box, agevolazione rivolta alle imprese che investono in beni immateriali frutto di ricerca e sviluppo.

Le informazioni dovranno essere relative al periodo dell'agevolazione, e saranno fondamentali per rendere noto il metodo di calcolo adottato.

Riguardo alle modalità di accesso, la disciplina ante-decreto crescita prevedeva la presentazione (a seconda dei casi, obbligatoria o facoltativa) da parte del contribuente interessato di un'apposita istanza all'Agenzia delle entrate, a cui doveva seguire un confronto con la stessa Amministrazione circa la determinazione dell'ammontare dell'agevolazione (procedura di ruling, articolo 31-ter, Dpr 600/1973).

Lo comunica l'Agenzia delle entrate in una nota. Anche questi contribuenti devono ripartire la somma delle variazioni in diminuzione, relative ai periodi d'imposta di applicazione dell'agevolazione, in tre quote annuali di pari importo da indicare nella dichiarazione dei redditi e dell'Irap relativa al periodo d'imposta in cui viene esercitata la scelta e in quelle relative ai due periodi d'imposta successivi (comma 4).

Nella bozza di provvedimento si legge che l'opzione ha durata annuale, è irrevocabile e rinnovabile.