New Orleans aspetta con paura la tempesta Barry, 10mila evacuati

New Orleans aspetta con paura la tempesta Barry, 10mila evacuati

Un portavoce del corpo militare degli ingegneri di New Orleans ha dichiarato che l'agenzia non si aspetta una diffusa captazione degli argini, ma ci sono preoccupazioni per le zone a sud della città. Sabato mattina, infatti, secondo le previsioni, Barry potrebbe diventare un uragano di categoria 1 con venti a più di 120 km/h che potrebbero spazzare la costa di Louisiana e Mississippi.

La tempesta tropicale Barry continua ad avvicinarsi lentamente alle coste della Louisiana e quasi 10mila persone hanno ricevuto l'ordine di evacuazione. Barry si trova adesso a circa 90 km a sudovest di Morgan City (circa 135 km a ovest di New Orleans) e dovrebbe toccare terra in mattinata, pomeriggio in Italia, sotto forma di uragano.

La dichiarazione firmata da Trump consento alle agenzie federali di partecipare agli sforzi di emergenza, come ha richiesto il governatore dello Stato, John Bel Edwards. Gli esperti temono che nelle prossime ore possa scatenarsi sullo Stato.

Il vortice è nato nel Golfo del Messico e proprio il mare caldo della zona ha fatto prendere forza al ciclone che nelle prossime ore è atteso in Louisiana e specialmente a New Orleans.

Paura tra i cittadini che mantengono vivo il ricordo della devastante tempesta Katrina del 2005. Le inondazioni alimentate dalle forti piogge potrebbero quindi raggiungere un'altezza superiore ai normali livelli fino a due metri di marea nelle aree più a rischio.