Negli Usa torna la pena capitale per i reati federali

Negli Usa torna la pena capitale per i reati federali

"Il Congresso ha autorizzato la pena di morte attraverso la legislazione adottata dai rappresentanti del popolo in entrambe le camere del Congresso e firmata dal presidente", ha detto Barr. Da allora, ha continuato a essere applicata nei confronti di chi era stato condannato dalle cosiddette State courts, ovvero dai tribunali competenti a giudicare sulle violazioni delle leggi statali o su crimini comuni come le rapine. Nonostante ufficialmente la pena di morte fosse stata interrotta nel 2003, in realtà non è mai scomparsa definitivamente.

I cinque detenuti che il direttore del Bureau of Prisons Hugh Hurwitz, ha in programma di giustiziare sono: Daniel Lewis Lee, Lezmond Mitchell, Wesley Ira Purkey, Alfred Bourgeois e Dustin Lee Honken. Le esecuzioni del sistema federale riprenderanno. Barr, l'Attorney General, ha aggiunto: "Sotto le amministrazioni di entrambi i partiti, il dipartimento di Giustizia ha perseguito la condanna a morte contro i peggiori criminali, compresi questi cinque assassini, ognuno dei quali era stato condannato da una giuria di suoi simili dopo un processo completo e corretto. Il Dipartimento di Giustizia sostiene lo Stato di diritto; inoltre portare a compimento la pena stabilita dal nostro sistema giudiziario è un qualcosa che dobbiamo alle vittime e alle loro famiglie". Su disposizione di Barr, l'Ufficio delle Prigioni ha adottato l'addendum al Protocollo di Esecuzioni Federali che "rimpiazza la procedura con tre farmaci usata in precedenza nelle esecuzioni federali con una singola iniezione del farmaco Pentobarbital", dice il comunicato ufficiale del dipartimento.

In generale, secondo l'ultimo rapporto di Amnesty International, i paesi nel mondo in cui vige ancora la pena di morte sono 56, anche se, al netto delle zone d'ombra, considerata la reticenza di alcuni Paesi a rendere noti il numero esatto delle condanne eseguite, nel 2018 le esecuzioni capitali sono diminuite del 31%. Il caso piu' recente era successo 16 anni fa, quando Louis Jones era stato giustiziato per aver sequestrato, stuprato e ammazzato una giovane soldatessa nel 1995.

Secondo il Death Penalty Information Center, al momento ci sono una sessantina di persone nel braccio della morte dei tribunali federali. L'opinione pubblica e' divisa, con prevalenza, calante, di favorevoli. I sondaggi di Pew Research hanno mostrato un calo del sostegno americano alla pena di morte: 80% nel 1974, 78% nel 1996, 55% nel 2014 e 49% nel 2016.