Navi iraniane bloccano una petroliera britannica, strappo diplomatico

Navi iraniane bloccano una petroliera britannica, strappo diplomatico

Altissima tensione nello Stretto di Hormuz.

"Contrariamente alla legge internazionale, tre imbarcazioni iraniane hanno cercato di impedire il passaggio di una nave commerciale, la British Heritage, attraverso lo Stretto di Hormuz": il governo di Londra ha commentato oggi così in un comunicato l'episodio di ieri nello Stretto di Hormuz che ha visto la petroliera britannica British Heritage minacciata da tre imbarcazioni della Guardia rivoluzionaria islamica iraniana, e non cinque come scrive la Cnn. I pasdaran negano di aver tentato di bloccare la nave, mentre il Regno Unito conferma. Il sequestro della nave Grace 1 che trasportava petrolio iraniano diretto in Siria è stato definito "illegale" da Teheran.

Tecnicamente, la petroliera britannica è stata avvicinata dai pasdaran che hanno intimato l'ordine di fare rotta per avvicinarsi in acque territoriali iraniane. Lo riferisce l'agenzia Fars rilanciata dalla Reuters. Secondo l'intelligence americana, le navi iraniane sono della guardia rivoluzionaria iraniana e i britannici non si sarebbero limitati all'avvertimento verbale, scegliendo di puntare le loro armi contro la flotta iraniana. Ma la petroliera era scortata a poca distanza da una nave da guerra della marina britannica, la fregata Hms Montrose. "Siamo preoccupati per l'accaduto e continuiamo a sollecitare le autorità iraniane ad azioni di de-escalation della la situazione nella regione".

The British Heritage è una petroliera britannica operata da British Petroleum.

Il canale è la principale arteria petrolifera mondiale. "Le affermazioni del Regno Unito sono inutili", ha concluso il ministro degli esteri iraniano.

Strappo diplomatico tra Iran e Gran Bretagna. Di fatto, grandi produttori come Arabia Saudita, Iraq, Kuwait, Emirati Arabi Uniti, Qatar ed Iran usufruiscono dello Stretto per la maggior parte delle proprie esportazioni.