Milano: Marco Carta a processo per furto, acquisite nuove immagini

Milano: Marco Carta a processo per furto, acquisite nuove immagini

Ospite anche nei salotti di Live - Non è la D'Urso, aveva dichiarato più volte che tutto era dovuto a un fraintendimento e che presto le cose si sarebbero chiarite: "Ho passato dei momenti brutti, mi ripetevo che ero una brava persona, l'opposto che un ladro, che è la cosa più brutta di questo mondo (...)". Marco Carta è coinvolto o no nel furto di sei magliette del valore di 1200 euro?

L'artista era stato arrestato insieme all'amica Fabiana Muscas e in seguito rilasciato. La refurtiva conteneva un altro sistema antifurto praticamente invisibile nascosto all'interno del tessuto e, dal momento che quello non era stato eliminato, il sistema antifurto de La Rinascente fece scattare l'allarme nel momento in cui la donna tentò di uscire dallo store.

Si torna a parlare di Marco Carta e dello scandalo che lo ha colpito poche settimane fa.

Spuntano fuori i famosi filmati della videosorveglianza, quelli che dovrebbero comprovare il diretto coinvolgimento di Marco Carta nell'oramai tristemente noto furto delle magliette presso La Rinascente.

Intanto si è saputo solo oggi che il responsabile della sicurezza del centro commerciale il giorno del furto aveva sporto denuncia contro i due, e quindi il grande magazzino potrà costituirsi parte civile (e chiedere eventualmente i danni) nel processo. Il cantante si è sempre proclamato innocente, tuttavia arrivano dei video della sorveglianza che lo smentiscono.

Almeno finora sembra che il furto non avrebbe mai potuto essere portato a compimento senza che il cantante avesse agito in maniera attiva e soprattutto coordinata con la Muscas.