Lavoro: Amazon assume 1000 persone. Dove e profili ricercati

Lavoro: Amazon assume 1000 persone. Dove e profili ricercati

Amazon ha annunciato che creerà in Italia più di 1.000 posti di lavoro a tempo indeterminato entro la fine dell'anno: una crescita che porterà la forza lavoro dell'azienda a un totale di 6.500 dipendenti, rispetto ai 5.500 di fine 2018.

Da posizioni manageriali a posizioni per chi è in cerca di una prima esperienza lavorativa. E molti dei nuovi ruoli saranno assorbiti proprio nel centro piemontese appena nato, oltre ad andare a incrementare il personale assunto nei diversi magazzini e centri di distribuzione che il gigante americano ha aperto negli ultimi anni nella Penisola. Il centro si sviluppa su una superficie di 60 mila metri quadri e rappresenta il quarto centro di distribuzione Amazon nel nostro Paese dopo quelli di Castel San Giovanni (Piacenza), Passo Corese (Rieti) e Vercelli.

Tra le posizioni disponibili in AWS ci sono account manager, business development manages, data center technician, partner development manager, solutions architect, software development engineer, support engineer, systems development engineer ealtre.

La società raddoppierà il numero di dipendenti anche nel Centro di Sviluppo italiano situato a Torino, il quale dispone di professionisti focalizzati soprattutto sulla ricerca riguardante Alexa.

Tutti i dipendenti Amazon a tempo indeterminato che lavorano nei centri di distribuzione o negli uffici corporate ricevono una retribuzione competitiva e un pacchetto completo di benefit, compresa l'assicurazione sulla vita, sugli infortuni e sconti per acquisti su Amazon. L'attività distributiva del più grande marchio del mondo, secondo la nuova classifica stilata, si sta sempre più ampliando nel nostro paese, anche grazie a partnership ed accordi sottoscritti affinché la merce arrivi subito a casa di chi la ordina, senza dimenticare prossimamente la possibilità di utilizzare i droni per la consegna. Amazon offre inoltre programmi all'avanguardia come ad esempio Career Choice che prevede il pagamento da parte dell'azienda del 95% del costo di iscrizione per i corsi di formazione scelti dai dipendenti.