L'annuncio di Giuseppe Conte sulla Tav. Le dure reazioni

L'annuncio di Giuseppe Conte sulla Tav. Le dure reazioni

L'Avvocato del Popolo ha detto che per lui, per il Governo, il parere sull'opera è favorevole.

Ed è proprio su questo punto che il leader pentastellato ribatte: "Chiedetevi perché l'Europa ci ha sempre ignorato su tutto, continua a ignorarci su tutto e poi d'improvviso mette sul piatto nuovi investimenti comunitari per la Tav Torino-Lione".

In merito al tema Autonomie, Conte ribadita del ruolo centrale delle Camere nel processo decisionale. E sottolinea che il governo ritiene "centrali le prerogative parlamentari tanto piu' nell'ambito di un percorso riformatore che trasferisce alle Regioni varie competenze legislative e amministrative statali".

Una bocciatura netta della "linea Toninelli" anche se Conte, forse per indorare la pillola, lo ha ringraziato pubblicamente perché "ulteriori finanziamenti dell'Unione Europea saranno disponibili grazie all'impegno del ministro".

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un video su Facebook ha preso una posizione precisa sulla Tav Torino-Lione.

E Di Maio? Il vicepremier Luigi Di Maio scrive su Facebook di aver "ascoltato attentamente le parole del presidente Conte, che rispetto". Conte prosegue: "L'impatto finanziario per l'Italia è destinato a cambiare dopo l'apporto della Commissione per la realizzazione dell'opera". "La Tav si fa, come giusto e come chiesto dalla Lega". "Infine, occorrera' considerare le maggiori entrate e le minori spese conseguenti al trascinamento delle tendenze emerse nel corso del 2019".

In un messaggio che sta circolando su siti e pagine di No Tav, i manifestanti hanno avvertito che continueranno a combattere per le proprie idee alludendo anche ai possibili problemi i ordine pubblico che potrebbero verificarsi nelle aree dei cantieri. Contestualmente, si presenta l'occasione di dare finalmente concretezza a un'operazione, da sempre e da piu' parti auspicata, volta a massimizzare l'efficienza e l'efficacia della spesa pubblica. Chiedere al Parlamento di decidere se bloccare Tav vuol dire fare una domanda retorica. "Nei prossimi giorni vedremo le parti sociali alla presenza di molti ministri per varare la manovra economica in anticipo". Ci aveva provato lui a dirci "quanto è diventato schifoso questo MoVimento", peccato solo che avesse provato a farlo solo dopo essere stato preso con le mani nella marmellata.