"La legge sull'estradizione è morta" - Global

Lo ha dichiarato la governatrice filo-Pechino di Hong Kong, Carrie Lam. Riconoscendo che i tentativi del suo governo di approvare il disegno di legge sono stati un "fallimento totale". Il movimento che da settimane protesta con manifestazioni imponenti e spesso finite in scontri con la polizia ha dunque ottenuto un importante passo avanti nella sua battaglia.

Lam ha escluso che il governo intenda riavviare il processo nel Consiglio legislativo: "Lo ripeto, non esiste un piano del genere - ha detto -, la legge è morta". Allora io voglio ripetere che non c'è alcun progetto in questo senso. "Il progetto di legge è morto". Dopo un mese di proteste la governatrice di Hong Kong ha ritirato definitivamente la legge per l'estradizione in Cina, già sospesa.