La compagna del calciatore Malcuit: "I napoletani sono razzisti"

La compagna del calciatore Malcuit:

La Rose ha lanciato un vero e proprio "j'accuse" verso dei fan partenopei che l'hanno presa di mira sui social per la sua forma fisica e i capelli, oltre che per il colore della pelle.

Una spiacevole situazione si è verificata pochi minuti fa tra i tifosi del Napoli, Kevin Malcuit e la fidanzata del francese Ashley Rose.

Attacchi che Ashley legge in chiave razzista.

L'attacco è arrivato su instagram attraverso una stories: "Da quando sono arrivata, i napoletani sono stati disgustosi con me. Sono brutta, mi dicono che sembro la sorella del mio fidanzato perché ho gli stessi capelli, ah dimenticavo e che devo fare una dieta!". Mi piacciono le mie forme, amo la mia pelle, amo i miei capelli e quando vedo i tuoi commenti sono molto più bella di tutti voi perché ho l'anima più bella. Non è la 'donna di calciatore' ideale. Non sono in una relazione con te, quindi la tua opinione non mi interessa.

La Rose scrive ancora di come fosse stata messa in in guardia da alcune conoscenze prima di venire a Napoli sul trattamento che le sarebbe stato riservato, poiché le era stato "detto prime di venire qui che i napoletani avevano la reputazione di essere razzisti. (Non tutti per fortuna) E poi è sempre più facile dietro il suo telefono".

Un tentativo da parte del Napoli di smorzare sul nascere una polemica che invece rischia di non essere finita qui: i commenti al doveroso tweet del club, infatti, si dividono da chi ritiene comprensibile lo sfogo di Ashley e chi invece, pur condannando gli insulti razzisti, ritiene che la ragazza abbia sbagliato a generalizzara attaccando un intero popolo. Ne siamo mortificati. I napoletani non sono razzisti. "E noi li condanniamo con fermezza" - lo riporta Repubblicana.