La casa del futuro: Milan e Inter vanno all-in sullo stadio

La casa del futuro: Milan e Inter vanno all-in sullo stadio

In una nota il Comune di Milano conferma che la ricezione del documento che e' estremamente corposo e consta di oltre 750 pagine: "meritera' quindi un'attenta analisi da parte dei tecnici del Comune e solo a valle di cio' si potranno esprimere le prime valutazioni".

Inter e Milan hanno presentato all'Amministrazione Comunale di Milano il 'Progetto di Fattibilità Tecnico Economica' del nuovo stadio per Milano e del correlato distretto multifunzionale.

Il nuovo progetto di San Siro continua a far discutere. Va ricordato che poche settimane fa il sindaco Sala, esponente del Pd che non ha rilasciato nuovi commenti, aveva dichiarato che sarebbe impensabile aprire cantieri o abbattere l'attuale stadio. I piani di Inter e Milan spiegati da Alessandro Antonello, ad nerazzurro: "Le tempistiche saranno abbastanza certe perché i due club hanno deciso di avvalersi della legge sugli stadi".

In caso di via libera da parte del Comune di Milano, il passo successivo sarà un bando tra i migliori studi di architettura specializzati nella costruzione di arene sportive per avere un progetto definitivo entro la fine del 2019. Dal punto di vista delle squadre "è ovvio" che ciò avvenga, "nel senso che quando parlano di riqualificazione dell'area immaginano lo spazio dove oggi c'è San Siro".

STIMA DEI COSTI - Scaroni a questo proposito ha sottolineato: "E' una stima preliminare perché non abbiamo ancora i progetti architettonici, pensiamo che il costo totale sia di un miliardo e duecento mln".

La Curva Nord dell'Inter si schiera apertamente contro l'idea di concedere lo stadio di San Siro all'Atalanta per le partite interne di Champions League. "Noi riconosciamo la storia, ma è nostro dovere garantire per il futuro dei due club e per i tifosi dell'avvenire un impianto che ci permetta di competere ai massimi livelli; lo stadio è un asset fondamentale per il futuro delle società".