Kevin Spacey innocente: cadono le accuse all'attore premio Oscar

Kevin Spacey innocente: cadono le accuse all'attore premio Oscar

Era accusato di aver aggredito sessualmente nel 2016 il barista 18enne di un locale di Nantucket. Molestie che sarebbero avvenute dopo che gli aveva pagato da bere in un incontro casuale in un affollato piano-bar, il Club Car, e si era offerto di accompagnarlo a casa, secondo la denuncia della presunta vittima.

L'attore di Seven e House of Cards, che era stato già ascoltato tempo fa da Scotland Yard, è quindi stato 'scagionato' dalle accuse.

Lo scorso dicembre Kevin Spacey si era infatti dichiarato innocente rispetto all'unica accusa in grado di portare a un procedimento penale nei suoi confronti (tutte le altre erano troppo datate per essere perseguite ed essere definite reati) e il suo avvocato difensore aveva puntato su una scarsa credibilità dell'accusatore, sostenendo che questi avesse cancellato dal suo cellulare dei messaggi e delle foto scambiate con Spacey capaci di dimostrare la sua innocenza. Sparito anche il cellulare.

Il giovane, però, non ha voluto metterli a disposizione, appellandosi al quinto emendamento della Costituzione americana (ovvero al diritto di non presentare prove per testimoniare contro se stessi). Il giovane dopo la richiesta di fornire i dati ha ritirato la denuncia. In maggio è stato interrogato in Usa anche dalla Metropolitan Police, la polizia britannica responsabile per l'area della Grande Londra - dove l'attore è stato direttore al The Old Vic theatre tra il 2004 e il 2015 - in merito a presunti abusi sessuali nel Regno Unito: si tratta di sei accuse nel periodo dal 1996 al 2013.