Jerry Calà: "Non mi fanno lavorare", gli insulti del web

Jerry Calà:

Jerry Calà nonostante l'incredibile successo ottenuto in gioventù si è visto ridurre, nel corso degli anni, le opportunità lavorative sino a scomparire del tutto dal panorama televisivo e cinematografico nazionale. Le sue dichiarazioni sui motivi di questa esclusione sono state pubblicata da Il Giornale e hanno scatenato la furia del web.

Jerry Calà, pseudonimo di Calogero Alessandro Augusto Calà, attore, regista, comico, cabarettista, sceneggiatore e cantante italiano, è nato a Catania il 28 giugno 1951 sotto il segno zodiacale del Cancro, è alto un metro e settanta centimetri, peso non disponibile ed ha occhi azzurri e capelli neri. Jerry Calà aveva rilasciato un'intervista in cui lamentava che non lavorasse più perché non odorasse a sufficienza di "sinistra". I Gatti di Vicolo Miracoli si sono riuniti dopo tanti anni e qualche litigio, ma la magia è sempre la stessa. Sono un indie del cinema e della tv.

Dichiarazioni del genere, che tirano in ballo la politica e una sorta di persecuzione nei suoi confronti, in quanto uomo e soprattutto in quanto artista, hanno scatenato le ire del web.

"Quella sottospecie di comico fallito - ha scritto. di #JerryCala ci dice che il cinema non lo vuole perché "non odora di sinistra".

Il cinema non lo vuole, semplicemente, perché è un cretino senza talento. "Noi siamo un gruppo che ha litigato e si ritrova in un ospizio in crisi".

Non ho mai detto che manco dalle scene. L' idea del clown triste che piange a me fa ridere.

C'è però da chiedersi: se anche Aurelio De Laurentiis, che di certo non è un uomo della sinistra, non ha tempo o non ha voglia di investire su Jerry Calà non avranno forse ragione i commenti di Twitter?