Inps: reddito di cittadinanza sospeso per gli stranieri

Inps: reddito di cittadinanza sospeso per gli stranieri

Per quanto riguarda i requisiti economici nelle famiglie che pagano un canone di locazione viene specificato che il reddito familiare ai fini Rdc/Pdc non coincide con il valore ISR (Indicatore della Situazione Reddituale) rilevabile dall'attestazione ISEE, in quanto le modalità di calcolo sono diverse e non tengono conto di alcune componenti che vengono sottratte nell'ambito dell'ISEE (le spese sanitarie per disabili, gli assegni per il coniuge, la deduzione per redditi da lavoro dipendente ovvero pensione, le spese su base nucleo per il canone di locazione, ecc.). Tali disposizioni non si applicano ai cittadini aventi lo status di rifugiato politico; qualora convenzioni internazionali dispongano diversamente; né nei confronti di cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea nei quali è oggettivamente impossibile acquisire le certificazioni di cui al predetto comma 1-bis.

Il richiedente, al momento della domanda, non deve essere sottoposto a misure cautelari né aver riportato condanne definitive.

L'istituto precisa che restano valide, per quanto qui non richiamato, le istruzioni fornite con la circolare n. 43 del 20 marzo 2019.

Il Reddito di cittadinanza introdotto con il Decreto Legge numero 4 del 28 gennaio 2019, stabilisce che ne hanno diritto chi ha la cittadinanza italiana o anche europea, chi ha il permesso di soggiorno, residenza in Italia da almeno dieci anni, di cui almeno gli ultimi due continuativi. "La norma prevede che la certificazione debba essere presentata in una versione tradotta in lingua italiana e legalizzata dall'autorità consolare italiana (che ne attesta la conformità all'originale)". "Questo consentirà a chi ha lavorato nel 2017, rimanendo in seguito disoccupato, di ottenere il beneficio. - proseguono i parlamentari - Una misura importante che si muove nel solco di un provvedimento che per la prima volta in Italia ha messo al centro quelle persone che la vecchia politica aveva dimenticato, garantendo loro la possibilità di avviare un percorso di formazione e riqualificazione con l'obiettivo di trovare un lavoro". Nel frattempo tutte le domande dei cittadini extracomunitari risultano sospese. I controlli sui cambi di residenza recenti sono affidati alla Polizia Locale.