Giro Rosa-Iccrea: vittoria alla Vos

Giro Rosa-Iccrea: vittoria alla Vos

Nessuna poteva insidiare Van Vleuten e così il vero dubbio per questa tappa era sul distacco che la neerlandese avrebbe rifilato alla più vicina delle rivali, anche perché la clamorosa azione di ieri era stata sicuramente molto dispendiosa: e invece alla fine anche oggi Van Vleuten ha dominato scavando distacchi notevoli in relazione ad una distanza di gara non proprio eccessiva.

Per la Vos si tratta del 24° trionfo in carriera al Giro Rosa (record assoluto). Ne è nata una tappa che ovviamente non ha ritoccato la classifica generale per quanto riguarda il successo finale, alquanto dominata da Annemiek Van Vleuten (Mitchelton Scott), con gli strappi della Rosina e di San Giorgio di Perlena da affrontare due volte cadauno ha regalato spettacolo. Anna Van der Breggen 7. Prima delle italiane sia nella giornata di oggi che nella classifica generale è Elisa Longo Borghini (Trek), finita terza nella frazione odierna e ancora sesta nella classifica generale. La fuoriclasse della CCC Liv, ciclista più vincente della storia, ha preceduto la connazionale Anna Van der Breggen ed Elisa Longo Borghini, che ha chiuso in terza posizione tenendo alto l'orgoglio tricolore.

La settima tappa del Giro Rosa 2019, 128 km da Cornedo Vicentino a Fara Vicentino, alla vigilia si presentava insidiosa ma non impossibile con un finale ondulato ma comunque adatto alle passiste. Sulla prima delle ultime due asperità di frazione in testa rimangono in 13, fra le più attive ci sono anche le azzurre Erica Magnaldi (WNT) e Soraya Paladin (Alé Cippollini).

Questa cronometro è invece costata molto cara a tre atlete di alta classifica che adesso si trovano costrette a rincorrere. Lucinda Brand 3. Katarzyna Niewiadoma 4. "La sudafricana Ashleigh Moolman, seconda l'anno scorso, è solo nona a 6'33" con appena 1" di vantaggio su Erica Magnaldi, Soraya Paladin invece è tredicesima a 8'27".