Giappone, incendio Kyoto Animation: fiamme e morte nello studio dei 'manga'

Giappone, incendio Kyoto Animation: fiamme e morte nello studio dei 'manga'

Il numero dei feriti si aggira invece intorno a 36, 10 dei quali sono in gravi condizioni.

L'uomo arrestato, un 41enne, è rimasto ferito dalle fiamme mentre appiccava il fuoco ed è stato poi portato in ospedale: avrebbe confessato di aver sparso benzina nell'edificio.

I pompieri - che sono intervenuti sul posto con 35 veicoli - hanno impiegato tre ore per spegnere l'incendio scoppiato alle 10,30 ora locale.

L'uomo è stato identificato come un quarantunenne, ma non sono chiare le motivazioni del gesto, né se soffra di problemi psichiatrici conclamati. Qualcuno lo ha sentito gridare: "Andate all'inferno".

A partire dal 2009 è iniziata la fase più prolifica della Kyoto Animation che ha iniziato a premiare nel suo annuale Kyoto Animation Award romanzi e manga originali che poi venivano adattati in anime, come "Chniby demo koi ga shitai!", "Free!", "Kykai no kanata" e "Myriad Colors Phantom World". Nell'edificio erano presenti circa settanta persone, di cui al momento oltre venti (in aggiornamento costante) risulterebbero morte e almeno trenta ferite. Le informazioni successive sono state fornite dai vigili del fuoco che hanno segnalato la presenza di diverse persone a terra al primo piano. Ci sono ancora dei dispersi, quindi il bilancio delle vittime potrebbe aggravarsi ulteriormente. Due ore dopo l'inizio dell'incendio, le fiamme non erano state ancora state domate.

La Kyoto Animation produce anime, tra i tanti potreste conoscere K-ON!, La malinconia di Haruhi Suzumiya, Sound!