Fondi russi, riferirà Conte in Senato. Ma il Pd vuole Salvini

Fondi russi, riferirà Conte in Senato. Ma il Pd vuole Salvini

Tradendo il voto degli Italiani che volevano il cambiamento, i grillini hanno votato il Presidente della nuova Comissione Europea, proposto da Merkel e Macron, insieme a Renzi e Berlusconi. "Se la Lega vuole far cadere il governo - ha aggiunto - lo dica chiaramente e se ne prenda la responsabilità".

Più difficile, invece, continuare a lungo una convivenza tra i due soggetti politici che reggono (anche se in modo traballante) il Governo e che, ormai, non si sopportano più.

"Da quanto tempo non sento Matteo Salvini? Il tema è che se il Parlamento chiede un'audizione è giusto che quella persona vada in Parlamento".

"Se avessi avuto il minimo sospetto che Lega avesse preso dei soldi dalla Russia non starei al governo con loro". Io resto, fino alla fine per provare a cambiare ancora. Il MoVimento 5 Stelle non lascia il Paese in mano alla stessa gente che l'ha distrutto. Sul fronte dell'opposizione è il segretario del Pd Nicola Zingaretti a tirare le somme: "Penso che la novità di queste ore sia che il progetto politico del governo gialloverde, ammesso che ci sia mai stato, è fallito".

Il ministro dell'Interno ha fatto sapere che oggi non sarà in Consiglio dei Ministri e non parteciperà al vertice sulle autonomie. Salvini attacca Di Maio, accusandolo di un accordo con il Partito Democratico, ma il leader M5s non ci sta. "Siamo stati colpiti alle spalle - si sfoga il vicepremier - le offese e le falsità dette nelle ultime 48 ore contro il M5S non hanno precedenti". Queste le parole di Luigi Di Maio, vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico, ad Agorà Estate Rai Tre. Possibili novità potrebbero arrivare oggi sull'autonomia anche se il Movimento 5 stelle e il premier Conte continuano a rimarcare la necessità di entrare nel merito, di affrontare le questioni in maniera pacata, senza strappi. Infatti, Luigi Di Maio, probabilmente ben consapevole del malcontento salviniano, pare si stia avvicinando a Nicola Zingaretti. Nessun contatto per ora con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nè con il vicepremier Di Maio, ma ci sono mediatori in azione per evitare l'accelerazione sulla crisi.

Matteo Salvini, rispondendo al 'Corriere della sera' e a 'Repubblica', sulla possibilità di una crisi di governo, parla come il governo fosse al capolinea. "Un mare di fake news solo per screditarci, quel che è accaduto è gravissimo".

Tuttavia attenzione ai riflessi del Russiagate: secondo una indagine Ipsos la vicenda - che vede la procura di Milano indagare sui presunti finanziamenti che avrebbero dovuto affluire 65 milioni di dollari nelle casse della Lega da fondi russi - è grave per oltre la metà degli italiani. Il leader leghista ha anche fatto una battuta sul Russiagate, su cui il 18 luglio L'Espresso ha pubblicato nuovi documenti inediti che dimostrano come le trattative per ottenere fondi neri per il Carroccio da parte di Savoini e le offerte ai colossi petroliferi russi siano durate mesi.