Caso Mayorga, Ronaldo non sarà incriminato per stupro

Caso Mayorga, Ronaldo non sarà incriminato per stupro

Il riferimento non è relativo a fattori di campo, ma a ben altro: il caso Ronaldo-Mayorga e l'accusa di stupro della modella nei confronti del campione bianconero che dallo scorso anno gioca con la Juventus. Mi sono chiusa molto e ho sentito che le mie opinioni non contavano. È sembrato un po' come se fossi in una prigione. La calciatrice svedese, dopo un solo anno, ha lasciato Torino per tornare a giocare in patria.

Inoltre non c'era eguale trattamento fra straniere ed italiane: "Molte cose che ho vissuto lì sono state speciali, ma le mie idee su come rispettare le persone sono diverse: credo che le straniere non siano trattate come le italiane".

"Ho cercato di guardare le cose con una prospettiva più ampia, migliorando come calciatore e come essere umano". Siamo state zitte non lo abbiamo menzionato. La Juventus aveva espresso il suo sostegno al giocatore, ed Ekroth assicura che la vicenda ha avuto ripercussioni anche sul calcio femminile: "Non ne potevamo parlare". Puoi mostrare un lato della medaglia, ma c'è molto di più che rimane nascosto, quello di cui purtroppo non si può parlare o mostrare e così via. Ci sono state situazioni in cui a volte mi sono chiesta se fossi in una Candid Camera. Sei molto limitato in tante cose. Posso capire che esistano differenti maniere per gestire le cose ma alcune di queste non vanno bene. Poi mi sono abituata.