Carige: Fitd convertirà il bond

Carige: Fitd convertirà il bond

Indebolito da decenni di cattiva gestione, Carige è l'ultima banca italiana a rischio di collasso a causa dei cattivi prestiti lasciati dalla profonda recessione del Paese.

La Banca centrale europea ha collocato Carige sotto amministrazione straordinaria all'inizio dell'anno dopo una fallita raccolta di capitali, ma gli sforzi per trovare un acquirente come richiesto dai regolatori si sono rivelati finora infruttuosi.

Il piano del fondo, che è l'opzione preferita del Tesoro, fa fatica a realizzarsi perché devono ancora essere trovati quasi 300 milioni di euro, dice una delle fonti.

Non è stato possibile avere un commento dal Tesoro.

UniCredit e Bper non hanno voluto commentare.

.

UniCredit ha precedentemente affermato che sosterrebbe una "soluzione sistemica" per Carige coinvolgendo tutte le banche italiane in modo "equo e proporzionato". Quanto a Bper, l'ad Alessandro Vandelli ha detto chiaramente di essere interessato al dossier Carige solo per una soluzione sul tipo di quella adottata per le banche venete.

Le due fonti hanno dichiarato che due banche di proprietà statale, il Credito Sportivo e il Mediocredito Centrale, potrebbero anche fornire supporto a Carige, oltre a un gruppo bancario cooperativo non quotato Cassa Centrale Banca. In tutto questo, l'unico punto fermo è il ruolo di doppio pivot da parte del fondo volontario (che è pronto a convertire i 315 milioni di euro del bond subordinato già sottoscritto) e del Fitd: quest'ultimo soggetto sarà di fatto il vero backstop di sicurezza di tutta l'operazione, visto che dovrà coprire eventuali ammanchi derivanti dagli altri soggetti che parteciperanno all'operazione.

Le proposte di UniCredit e Bper, che sono molto simili, prevedono entrambe che il ministero dell'Economia inietti 1 miliardo di euro in Sga per aiutare sia Carige sia il suo compratore a deconsolidare le sofferenze.

Anche gli attuali azionisti di Carige, che includono la famiglia Malacalza di miliardari d'acciaio come il singolo maggiore investitore con una quota del 27 percento, potrebbero entrare.