Candida auris, il fungo resistente al caldo è minaccia globale

Candida auris, il fungo resistente al caldo è minaccia globale

Il Candida Auris è responsabile della candidosi che provoca infezioni nelle ferite, nel flusso sanguigno e nelle orecchie, ma si trovano tracce del Candida auris anche nel tratto urinario e in quello respiratorio.

Si tratta di un'ipotesi ancora da validare, sottolineano i ricercatori: servono più dati ed è comunque assai probabile che l'emergere di questi super-patogeni sia il risultato di diversi fattori. Comunque gli scienziati ritengono che anche in questo caso sia colpa dell'uomo: siamo noi a diffondere le spore del fungo, che contaminano le attrezzature mediche, da paziente a paziente, da clinica a clinica, anche attraverso i voli internazionali. Ecco tutto ciò che c'è da sapere.

Il fungo è resistente alla maggior parte dei famaci e si diffonde facilmente tra i pazienti negli ospedali e centri medici. Questo fungo-killer, che è capace di uccidere in 90 giorni, sembra purtroppo essere resistente a qualsiasi trattamento di cui attualmente si dispone.

Una delle tante conseguenze del surriscaldamento globale potrebbe essere lo sviluppo di un fungo killer, la Candida auris, un particolare fungo, sconosciuto sino al 2009, che può causare pericolose infezioni e addirittura provocare la morte nel giro di tre mesi. Tuttavia, con l'aumento delle temperature, il Candida auris è riuscito ad abituarsi al caldo e si è conformato per riuscire a vivere in ambienti con temperature più alte.

A rendere più solida la tesi del ruolo dei cambiamenti climatici ci pensa il fatto che, grazie allo studio sopra ricordato, è stato possibile notare le potenzialità infettive della candida auris in ben 3 continenti, ossia America, Asia e Africa.

Gli studiosi della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, Stati Uniti, hanno confrontato la capacità di sopravvivere alle alte temperature della Candida Auris con altri funghi geneticamente simili. Secondo gli esperti che hanno condotto la ricerca, Arturo Casadevall, Dimitrios P. Kontoyiannis e Vincent Robert, il riscaldamento globale causato dall'uomo innalzerà man mano le temperature di diversi gradi, riducendo così l'entità del gradiente tra temperature ambientali e basali dei mammiferi, incluso ovviamente l'uomo.

Questo adattamento fa della Candida auris una minaccia: solo negli Usa ha fatto registrare centinaia di casi, ad esempio. Si tenta di risalire alla causa che ha portato in breve tempo alla rapida evoluzione del fungo mortale, identificato oltre un decennio fa e segnalato in oltre trenta Paesi.