Alitalia: nessun rinvio del dossier

Alitalia: nessun rinvio del dossier

Sembra essere agli sgoccioli l'era della commissiariale di Alitalia. Probabilmente i Benetton pensano di evitare la "punizione" versando i 300 milioni di euro necessari per la nuova compagnia che acquisirà Alitalia, o sicuramente porranno condizioni in tal senso. Ad essere in trattative ci sono anche il Gruppo Toto e Claudio Lotito, che però, a quanto riporta la fonte, non ha ancora fornito le garanzie finanziarie.

Proprio quest'ultimo soggetto, inviso per ovvi motivi di concorrenza alla società Delta che parteciperebbe in minoranza (10-15%), è stato argomento di discussione con la società americana che ha posto un diktat indicando la necessità di coinvolgere Atlantia.

Non sarebbe la prima volta che la famiglia Benetton si impegna per salvare Alitalia.

Esperti e giornalisti considerano questo tipo di investimenti - compiuti da Atlantia e da altri importanti industriali - una sorta di operazione diplomatica. Ma non può esserci uno scambio.

"Io i 40 e passa morti del Ponte Morandi non me li dimentico, quindi sulla revoca e sulla procedura si va avanti, poi, se si vogliono fare delle offerte per Alitalia, saranno valutate da Fs e da Delta e si vedrà se sono un socio solido per entrare nella compagnia", ha aggiunto.

Successivamente l'imprenditore Colombiano German Efromovich, azionista di maggioranza di Avianca. La speranza di Di Maio, scrivono i giornali, è che uno di questi investitori presenti un'offerta da almeno il 15 per cento del capitale azionario di Alitalia, così da dimezzare o quasi la quota della compagnia che spetterà ad Atlantia.

A pochi giorni dalla chiusura del dossier Alitalia, prende sempre più corpo la prospettiva di una partecipazione pubblica in possesso della maggioranza assoluta della nuova società.

In ogni caso è possibile, scrive il Sole 24 Ore, che la scadenza del 15 luglio fissata da Di Maio venga spostata nuovamente, e che lunedì venga soltanto presentata la composizione definitiva della cordata, senza impegni scritti.