Valeria Valeri è morta: l’annuncio della figlia, l’addio all’attrice

Valeria Valeri è morta: l’annuncio della figlia, l’addio all’attrice

Si è spenta ieri a 97 anni l'attrice Valeria Valeri (nome d'arte di Valeria Tulli) dopo una vita spesa, con garbo, tra teatro, cinema e tv (dove la sua ultima apparizione risaliva al 2016 durante una puntata dello show di Massimo Ranieri Sogno o son desto). A dare il doloroso annuncio la figlia, Chiara Salerno, avuta dall'attore Enrico Maria Salerno.

Otto mesi fa è stata pubblicata una sua intervista video da Lazy Owl Production. Per quanto riguarda gli amori, all'inizio degli anni Sessanta incrociò la sua strada con Enrico Maria Salerno con cui ci sarà una proficua collaborazione artistica e dal quale avrà una figlia, Chiara. I funerali si svolgeranno domani, 12 giugno, alle ore 11.30 nella Chiesa degli Artisti di Roma in Piazza del Popolo.

Tanti i sodalizi passati alla storia, come quello con Alberto Lupo nel '63-'64 e soprattutto, tra la fine degli anni '60 e i primi anni '70, con Alberto Lionello e con Gino Bramieri. Esordì a teatro nella stagione 1948-1949, debuttando a Forlì. Nella sua lunga carriera è salita sui palchi dei teatri di tutta Italia, iniziando con Gino Cervi e Andreina Pagnani, per poi entrare a far parte della Compagnia del Teatro Stabile di Genova. Con lui partecipò anche serie televisiva La famiglia Benvenuti.

Al cinema presta la voce, calda e armoniosa, a stelle come Natalie Wood, Maggie Smith, Betsy Blair e pure alle protagoniste di soap storiche come Beautiful e Capitol: tuttavia, è in televisione che Valeria Valeri ottiene il suo successo più grande. Ha recitato anche in Disperatamente Giulia, Compagni di scuola, nella soap opera Un posto al sole e nella nona stagione di Un medico in famiglia. In tv resta memorabile il suo ruolo di madre di Giannino Stoppani, interpretato da Rita Pavone, nel 'Giornalino di Gian Burrasca', diretto nel 1964 da Lina Wertmuller. Dalla metà degli anni 40 è diventata sempre più famoso.