Thailandia, truffarono George Clooney: arrestata coppia italiana

Thailandia, truffarono George Clooney: arrestata coppia italiana

Tra le truffe messe a segno anche una ai danni di George Clooney.

Si tratta di Francesco Galdelli e Vanja Goffi, ricercati per reati contro il patrimonio, secondo quanto riporta "Ansa".

Erano soliti vendere via internet Rolex falsi spacciandoli per veri, a volte prendendosi gioco dei malcapitati inviando loro un pacco di sale anziché gli orologi.

Avevano creato una griffe di abiti con il nome della star di Hollywood George Clooney. Vennero scoperti perché cercarono di organizzare una sfilata al Westin Palace di Milano, attirando l'attenzione di media e inquirenti.

Ci fu un processo e il Tribunale di Milano riconobbe che il nome dell'attore era stato utilizzato a sua insaputa. Durante il dibattimento era emerso che la coppia aveva di fatto falsificato e apposto la firma di Clooney all'intera documentazione della griffe. Inoltre, i tre imputati mostrarono ai giudici delle foto, giudicate in seguito dei fotomontaggi, che li ritraevano con Clooney. "Ma non sono io: non fumo, non ho questo orologio e non porto quei pantaloni a pinocchietto". Galdelli era stato già arrestato il 25 luglio 2014 nel Dusit Thani Hotel di Pattaya, al termine di un'operazione coordinata dall'Interpol. Dopo una dura lettera inviata dal nostro ambasciatore al Capo della Royal Thai Police, era stata aperta un'inchiesta interna che aveva svelato come l'uomo avesse corrotto le guardie carcerarie incaricate del suo trasferimento. Si scoprì che il truffatore aveva pagato gli agenti con 20mila Thai Baht (circa 500 euro) che, riconosciuti responsabili dell'evasione, vennero destituiti dal servizio e arrestati.

I due latitanti sono stati incastrati da ininterrotti servizi di sorveglianza fisica ed elettronica, svolti anche con l'ausilio di un drone. Grazie ai pedinamenti effettuati, la coppia è stata infine individuata in un lussuoso villino, che è stato circondato per impedire ogni via di fuga.

Li chiamano i 'Bonnie & Clyde' italiani, e sono stari arrestati a Pattaya, in Thailandia, dagli agenti dell'Interpol di Roma e da una squadra speciale della Crime Suppression Division della Royal Thai. Galdelli e la Goffi saranno trasferiti presso il centro di detenzione dell'Immigration Bureau di Pattaya, in attesa del disbrigo delle procedure per l'estradizione in Italia.