Tetano, bimba di 10 anni ricoverata a Verona: non era vaccinata

Tetano, bimba di 10 anni ricoverata a Verona: non era vaccinata

E' ricoverata in prognosi riservata in terapia intensiva pediatrica la bambina di 10 anni colpita da un'infezione da tetano in provincia di Verona. La piccola, secondo quanto si è appreso, non risulterebbe vaccinata e quindi non era stata sottoposta alla profilassi antitetanica. Il virologo Burioni: "Anche una piccolissima ferita può provocarlo". I somari antivaccinisti sostengono che non è un pericolo reale per chi non vive a contatto con gli animali, che basta pulire le ferite con acqua ossigenata per evitarlo, che si può prevenire con la vitamina C e che spesso si è immuni naturalmente.

Alla notizia che la bimba non è stata vaccinata il presidente dell'ordine dei medici di Verona Carlo Rugiu, nell'intervista in edicola oggi sul nostro giornale, ha commentato: "Questo è il frutto delle campagne no-vax". 'Chi risarcira' la piccola per il suo dolore e lo Stato per le spese mediche?' "Sul TETANO girano tantissime bugie". Anche chi ha preso il tetano ed è guarito non è immune.

In conclusione: "L'unico modo per essere protetti è vaccinarsi perché il pericolo è ovunque". "Purtroppo - sottolinea Burioni - molti genitori non vaccinano i loro figli". Evidentemente l'impatto con il terreno è stato il canale di ingresso per l'infezione e quella che doveva essere una comune ferita superficiale si è trasformata in un qualcosa di molto più grave. E se quel posto in rianimazione servisse per un altro bambino?

Proprio il decreto Lorenzin ha contribuito ad aumentare le coperture nazionali, come dimostrano i dati raccolti da Wired nell'ambito dell'inchiesta Vaccini d'Italia. Gireranno per la città con delle magliette arancioni. "A causa delle loro bugie e della loro follia c'è una bambina in rianimazione a Verona".