Super Champions: l’assemblea di Lega boccia la riforma. Astenuta la Fiorentina

Super Champions: l’assemblea di Lega boccia la riforma. Astenuta la Fiorentina

Il progetto di un top campionato che raggrupperebbe le migliori compagini di ogni lega non è piaciuto agli addetti ai lavori del campionato italiano, che hanno trovato in Urbano Cairo - presidente del Torino - il portavoce del parere totale.

"Progetto Uefa sulle competizioni europee post 2024: analisi nuovo format e prima stima impatto economico".

Quest'idea avrebbe stuzzicato in particolar modo diverse società, tra cui la Juventus ed il suo presidente, Andrea Agnelli.

La Serie A, infatti, ha adottato una delibera per allinearsi alle altre principali leghe europee, che attraverso una serie di comunicati ufficiali si sono dette contrarie al progetto della cosiddetta Super Champions League.

Nonostante ciò diverse sono state le critiche mosse nei confronti della Uefa da parte di altre dirigenze e dei tifosi stessi per un annullamento delle loro garanzie. C'è stato un dibattito costruttivo, anche con la presentazione del piano industriale, che ha portato l'Assemblea a dare mandato al presidente della Lega serie A, Gaetano Micciché, all'ad Luigi De Siervo e ai presidenti Claudio Lotito e Aurelio De Laurentiis a trattare con gli spagnoli. L'idea che possano esserci degli interessi commerciali da sviluppare credo che possa essere una modalità per non far apparire quella dimensione economica uno degli elementi negativi, ma il calcio ha anche altre dimensioni.