Nutella, sciopero dei dipendenti in Francia a Villers-Ecalles

Nutella, sciopero dei dipendenti in Francia a Villers-Ecalles

Ad attivarlo i lavoratori dello stabilimento francese Ferrero di Villers-Ecalles (Senna-Marittima), il primo sito produttivo nel mondo di Nutella che sono al sesto giorno di blocco per chiedere aumenti salariali.

Circa 160 dipendenti sono in sciopero da lunedì scorso, come ha spiegato Fabrice Canchel del sindacato Force Ouvriere (FO). "Da quel giorno nessun camion entra od esce dal sito".

Anche la produzione di Kinder Bueno è cessata da quasi una settimana, mentre delle quattro linee di produzione Nutella, solo una funzionava e solo per il 20% della capacità.

Rivolta nella fabbrica di Nutella. Lo stabilimento di uno dei marchi del Made in Italia piu' apprezzati francesi - Oltralpe sono tra i primi consumatori - si trova a 145 km a nord-ovest di Parigi e, secondo le stime, produce 600.000 barattoli di crema spalmabile al giorno, equivalente ad un quarto della produzione globale.

"La produzione di Kinder Bueno e' ferma da martedi'".

Lo stabilimento di Seine-Maritime, non lontano da Rouen, occupa 400 lavoratori con contratto a tempo indeterminato.

Gli operai protestano in particolare perché nell'annuale rinegoziazione dei salari, i dirigenti di Ferrero avevano proposto 30 euro lordi in più al mese a fronte della richiesta di un aumento del 4,5 per cento dello stipendio generale più un premio di 900 euro per operai, tecnici e supervisori. Su questo punto, è intervenuta anche Sandra Hauchard, delegata del sindacato Cftc sul sito: "Al momento la direzione propone solo un aumento dello 0,4%". In una nota interna, la direzione di Ferrero-France denuncia con forza quanto sta accadendo, sottolineando che "il blocco d'accesso al sito è totalmente illegale". Nelle attuali condizioni, la missione della direzione dello stabilimento e' quella di proteggere i dipendenti che non stanno scioperando, che sono la maggioranza, e che desiderano continuare a garantire il loro lavoro in buone condizioni.