MotoGP, Catalogna: Lorenzo fa un favore a Marquez. Dovizioso e Rossi furiosi

MotoGP, Catalogna: Lorenzo fa un favore a Marquez. Dovizioso e Rossi furiosi

Sulla sua RC213V si è chiuso l'anteriore e si è innescata una carambola incredibile: la Honda ha speronato prima la Ducati di Dovizioso, poi è andata a colpire la Yamaha di Maverick Vinales ed infine pure quella di Valentino Rossi, che a loro volta erano in battaglia per le posizioni di vertice. Ho fatto io l'errore e mi dispiace tantissimo per loro, avrei preferito cadere solo io. Fino a pochi giri dal termine, sembravano il ducatista ed il pilota della Suzuki i più accreditati ad andare ad affiancare il numero 93 sul podio, ma alla fine a spuntarla è stato il francesino della Yamaha Petronas, che quindi ha conquistato la sua prima top 3 nella classe regina, nonostante fosse reduce da un'operazione ad un braccio per risolvere un problema di sindrome compartimentale. Dopo un episodio così, però, è inevitabile, che ci siano opinioni differenti: non sulla dinamica, ma sul tipo di errore e sull'eventuale sanzione.

Non c'è contenzioso su quanto fatto da Jorge Lorenzo: ha sbagliato, punto e basta.

Un errore da principiante secondo Maio Meregalli che, nel post gara, non ha usato parole tenere nei confronti del maiorchino: "ciò che è successo brucia tanto. Questa curva non ha a che fare con le moto, sembra un tornantino nel parcheggio di un supermercato.ma qualcuno l'ha voluta così.(la curva 10 in precedenza era più larga, ndr)". È veramente un peccato perché stavo andando forte. In se stesso, il suo è stato un piccolo errore, ma se fai quella cosa al secondo giro in quella curva è un grande sbaglio. "Era possibile, almeno fino a metà gara saremmo stati lì sicuramente". Non ha fatto il matto, ma in quel momento non era troppo lucido: una staccata così, un pilota come lui la può gestire tranquillamente, ma in quel contesto non puoi fare niente. Sono stati messi fuori i tre piloti che potevano impensierire Marc e questo è pesante anche per il Mondiale. Sono partito bene, ho recuperato tante posizioni.

"Lorenzo ha un carattere molto particolare, in certe situazioni non ha la lucidità che ti aspetti da un pilota come lui. Poteva giocare più di strategia".